Club Paradiso: quanti errori; a Briano passa la Folgore...

Club Paradiso: quanti errori; a Briano passa la Folgore...
0
0
0
s2sdefault

Pessima prestazione del reparto difensivo acerrano: non basta la tripletta di Marrone, troppi gli errori in fase difensiva e d' impostazione...

La Folgore San Vincenzo si conferma tabù per il Club Paradiso: così come all’andata disputa un’ottima partita portando a casa, meritatamente, l’intera posta in palio.
Pronti via e padroni di casa subito in vantaggio: calcio d’angolo per la Folgore, Casapulla sulla palla, palla tesa a centro area, fortunosa deviazione involontaria di Diano e palla in rete. Passano solamente due minuti ed arriva il raddoppio per i casertani, ancora da calcio d’angolo: questa volta sulla palla ci va Vigliotti, palla al centro e Morelli, sfuggito alla marcatura del duo Diano – D’Antò, realizza, indisturbato, il facile tap-in.
L’avvio shock degli acerrani costringe mister Cianniello ad optare per una strigliata generale con un time out. I risultati sono subito palesi; palla al centro, si batte e fulminea azione del duo Frezza – Marrone con quest’ultimo che riceve palla al limite dell’area e di sinistro accorcia lo svantaggio.
Rete che rigenera i rossoblù che finalmente rientrano in partita sfiorando, tre minuti più tardi, anche la rete del pari: Raffaele Frezza protegge palla spalle alla porta per poi premiare l’avanzata sull’out mancino di Diano che controlla e calcia di prima intenzione trovando, però, l’eccellente opposizione di Mazzarella. La palla non esce e in ripartenza gli uomini di mister De Pascale colpiscono il palo con Palmieri. Al decimo un errore in disimpegno di Marrone regala palla al limite dell’aria a Morelli che però trova l’ottima opposizione di De Angelis in pronta uscita. Dal calcio d’angolo che ne segue nuova dormita della retroguardia ospite e per Morelli arriva la gioia della doppietta personale.
Tre minuti più tardi arriva la reazione acerrana: schema da calcio piazzato, da Marrone a D’Antò e l’esterno numero dieci che si vede fermare il suo tentativo dal palo.
Al quattordicesimo arriva l’emblema della giornata no del Club Paradiso: Diano nei pressi del centro campo incespica sul pallone regalandolo a Morelli che dopo aver duettato con Morelli realizza la facile tripletta.
Gli ospiti appaiono disorientati e la risposta arriva dall’uomo che non ti aspetti, Alessandro Basile (migliore dei suoi): al diciottesimo da schema d’angolo, il ventenne centrale, sfiora la traversa; tre minuti più tardi da schema da fallo laterale con una perfetta conclusione che termina di un nulla al lato dell’incrocio.
Ospiti ancora pericolosi a due giri di lancette dal duplice fischio: lancio di Basile a premiare il movimento sull’out di destra di Marullo che, sul limite dell’area, evita l’uscita di Mazzarella spizzando la sfera in favore dell’accorrente Picardi; colpo al volo, a porta praticamente sguarnita, e sfera alta sulla traversa. Termina così la prima frazione di gioco.
Inizia la ripesa e partono subito forte i padroni di casa: al sesto Palmieri lancia Vigliotti al tu per tu con De Angelis. L’estremo difensore acerrano esce nel tentativo disperato ed argina l’avanzata dell’avversario colpendolo, forse. Avversario che resta al suolo ma De Simone non se ne avvede e continua la sua azione personale, dopo aver recuperato egli stesso palla dal rinvio di De Angelis, siglando la rete del momentaneo 4 a 2. Da lì si genera un piccolo parapiglia con il signor Carotenuto costretto a far da paciere mostrando il cartellino rosso a De Simone e Mazzarella.
Episodio che relega il match in una fase di stallo con i padroni di casa in facile controllo della gara fino al diciassettesimo quando con un’improvvisa azione personale Raffaele Frezza colpisce il palo.
Tre minuti più tardi Pasquale Diano si oppone, in area, ad una conclusione di Morelli con il braccio rigore ed ammonizione. Sul dischetto si presenta lo stesso Morelli che non sbaglia, 5 a 2!
Al ventitreesimo Marrone prova a riaprire la gara siglando il 5 a 3; ma sei minuti più tardi in ripartenza Palmieri sigla la sesta reta per la compagine casertana.
Marrone prova il tutto per tutto realizzando la tripletta personale nel corso del primo dei quattro minuti di recupero; minuti che scorreranno via senza ulteriori emozioni.
Club Paradiso distratto e penalizzato dai tanti errori in fase difensiva; Folgore cinica, ben messa in campo e che alla fine porta a casa meritatamente l’intera posta in palio.

 

® IL GRANATA 2016 - Riproduzione riservata

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy