A difesa della città, a spada tratta...Meritiamo tanto!

A difesa della città, a spada tratta...Meritiamo tanto!
0
0
0
s2sdefault

Onda Napoli Real...a Diego tramite AS...Acerra merita tanto...sognando di nuovo il Toro...

ACERRA – Ci siamo! 7 marzo 2017, una data indimenticabile per chi come me sostiene i colori azzurri: ancora poche ore e la Napoli partenopea è chiamata all’appuntamento con la storia, un cammino di per se già “Reale” per i ragazzi di Sarri che, indipendentemente dal risultato di stasera del S.Paolo (che sicuro darà spettacolo prima e dopo la partita), godono della stima di milioni di tifosi e di gran parte della critica e degli addetti ai lavori di mezzo mondo, oltre che potranno contare sul sostegno dei 70000 dell’impianto di Fuorigrotta.

Oltre l’ansia per la partita del secolo, restando in tema spagnolo, il mese scorso è stato pubblicato l’articolo su AS Color (supplemento illustrato di AS, quotidiano iberico), documentario sulla famosa partita di beneficenza disputata da Diego Armando Maradona al Comunale di Acerra che ha visto la collaborazione di questa redazione. Il Granata infatti, ha supportato il giornalista Pablo Bargueno con la testimonianza di Pietro Puzone, nostro concittadino e Campione d’Italia nel 1987 col Napoli, con un’intima intervista condotta insieme al mio socio e caro direttore editoriale Salvatore d’Anza; ebbene, sono rimasto contento del supporto che gratuitamente siamo riusciti a dare ad una testata tanto importante, oltre alla mediazione personale, ho potuto contare sulla disponibilità dell’intera redazione col supporto attivo di Roberto e Saverio, che non smetterò mai di ringraziare! Da acerrano però non posso che essere un pò amareggiato per come la nostra città viene vista da fuori: nell’articolo di AS infatti (potete leggerlo qui) si parla di triangolo della morte, di baraccopoli, del termovalorizzatore, di strutture fatiscenti, di una città dell’hinterland napoletano dove è difficile vivere. È chiaro che il corrispondente spagnolo non c’entri nulla: purtroppo in qualsiasi motore di ricerca si cerchino notizie su Acerra, balzano subito all’occhio le solite, tristi, quanto consuete tematiche. Sarà difficile il cleaning facciale, sarà molto difficile balzare alla cronaca per notizie e dinamiche che possano valorizzare la nostra città ma io da acerrano non smetterò di crederci: perché la nostra città è fatta di tante cose positive e gli acerrani vogliono il cambiamento, volto alla civiltà, è evidente.

Oltretutto Acerra è fiorente di eccellenze: godiamo del vanto di sapere che il più giovane primario inglese è un neurochirurgo acerrano, Pierluigi Vergara. Sportivamente parlando poi, c’è tanto da raccontare e da vantarsi: Giuseppe Fusco a novembre scorso si è laureato campione del Mondo di bodybuilding, nella sua categoria. Domani presso la sala consiliare del Comune ci sarà la conferenza stampa per la presentazione dell’evento internazionale NEYMAR JR’S FIVE 2017 che in Campania farà tappa ad Acerra il 30 Aprile, un contest interplanetario organizzato per conto del campione brasiliano, voluto dalla Diocesi di Acerra, contestualmente all’Assessore allo Sport Cuono Lombardi, occasione da non lasciarsi sfuggire per poter essere testimoni, con civilità, di una manifestazione di spessore, sulla nostra terra, nella nostra città.

Nella fattispecie questa settimana sarà ricca di emozioni sportive: sabato 11 marzo alle ore 15.00 presso il centro sportivo Maracanà di Via Sannereto, i Leoni Acerra e l’Acerrana Futsal Club si sfideranno in un derby big-match di altissimo profilo (rispettivamente prima contro seconda nel girone A della serie C2) con in palio il probabile approdo a quella che sarà la serie C1 dell’anno venturo. Un evento importante per la città, dopo un derby di andata corretto e spettacolare, per il quale faccio appello a tutti gli sportivi invitando i rappresentati delle istituzioni locali a seguire questo match: ogni presenza è un piccolo premio a questi ragazzi che con sacrifici personali stanno compiendo un’impresa importante dando lustro alla nostra città! Positivo è stato lo spettacolo andato in scena sabato scorso all’impianto Eden di contrada Sperduta, nel derby di serie D tra Club Eden e Sporting Tigre, alla quale vorrei fare i miei più sinceri complimenti per il campionato fin qui disputato. Un plauso particolare anche all’Atletico Cantera che sta disputando un campionato oltre le proprie aspettative; un in bocca al lupo al Club Paradiso impelagato nella lotta retrocessione.

A proposito di futsal: i numeri conseguiti in questa annata, quando siamo a più della metà dei campionati regionali. Le testimonianze di “affetto” e di stima le riscontriamo nelle visualizzazioni dei post sui social, dei MI PIACE quasi raddoppiati alla nostra pagina facebook e dalle miriadi di visite che quotidianamente riceve il nostro sito: la deduzione più chiara a semplici numeri (che in realtà non guardiamo nemmeno considerato che abbiamo sostituito il parametro INTERESSE con il parametro PASSIONE) è che lo sport così come il futsal non ha padroni ne proprietari o monopoli. Nella fattispecie, il calcio, il futsal è degli appassionati, degli sportivi, di chi si diverte praticandolo o semplicemente seguendolo: noi lo condividiamo con i tanti lettori che ci seguono, senza opporci in fazioni canalizzando l'informazione. La nostra linea editoriale sarà sempre volta alla passione e seguiremo sempre gratuitamente le dinamiche delle compagini acerrane dando lustro contestualmente alle realtà con le quali le realtà acerrane si rapporteranno, il tutto in maniera realmente gratuita, facendo sempre informazione ed opinione.

L’ansia sale, sembrano tutti pazzi per il big-match di stasera, ma chi mi conosce bene sa quanto io sia attratto anche e soprattutto dai colori granata, una passione viscerale, ricordi del passato impressi nella mente: tira una strana aria in città, sono svariate le ipotesi circa un ritorno dell’Acerrana già dal prossimo anno. Dopo le tante delusioni di questi anni è difficile prendere con entusiasmo un’indiscrezione, anche se a raccontartela è una persona della quale ti fidi ciecamente; siamo un popolo particolare, dobbiamo riconoscerlo e tra il dire ed il fare come sempre c’è….

La passione non ha compromessi…MAI!

 

® IL GRANATA 2015 - Riproduzione riservata

 

 

 

  
 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy