Il sogno continua: l'Acerrana è in finale

Il sogno continua: l'Acerrana è in finale
0
0
0
s2sdefault

Gli uomini di mister Di Buono si regalano un pomeriggio storico: rimontano l'Ercolano e volano in finale di coppa Campania di Promzione

In una settimana in cui l’attenzione e la preoccupazione dei più è rivolta alle misure di precauzione sul coronavirus, l’Acerrana ha preparato il suo assalto alla storia. Il quattro marzo 2020 è la data che rimarrà nella testa e nei racconti di questa città per tanto tanto tempo. Era difficile, difficilissimo, andare in trasferta e rimontare la sconfitta dell’andata, eppure il grande cuore toro c’è riuscito. Un gruppo che personifica in pieno la passione della città e lo spirito battagliero del toro, un gruppo che è caduto, ma si è sempre rialzato e che condotto da Vincenzo Di Buono, mister e vero leader carismatico, si è saputo regalare una pagina di storia. Ricordando che il toro indietreggia solo per caricare. Quella carica che è arrivata puntuale martedì e che, mercoledì, è stata inesorabile per tutti i novanta minuti, grazie a una tifoseria mai doma e che più di tutti sognava l’impresa. Un’impresa che per i primi sessantacinque minuti è sembrata una chimera, ma poi è uscito fuori l’animo del toro, l’orgoglio acerrano: Sais inventa, Pezzella impatta. Siamo in vantaggio. Ma non finisce qui, c’è da difendere, lottare e provare a spingere il cuore oltre l’ostacolo. Ultimo giro di lancette, nuovo calcio d’angolo, il solito Sais dalla bandierina, il traversone, placcaggio su De Matteis, l’arbitro è in ottima posizione e non ha dubbi: è calcio di rigore. Nessun dubbio il pallone più pesante della stagione lo va a prendere un figlio di questa città, il predestinato, Vincenzo Sais. Fiato sospeso, sulle sue spalle il peso della passione di un’intera città, ma lo sguardo di Vincenzo non tralascia emozioni, è concentrato: forse starà pensando a quante cose sono cambiate da quando poco più che sedicenne si regalò il primo gol in maglia granata (era l’otto gennaio 2012, si giocava Maddalonese – Acerrana n.d.r.) o starà semplicemente pensando a come esultare. C’è il fischio, rincorsa, destro a incrociare… il resto è storia: siamo in finale!

Grazie ragazzi… il sogno continua!

 

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE SPORTIVE DE IL GRANATA?
CLICCA IL BANNER QUI SOTTO E METTI MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK

 

® IL GRANATA 2020 - Riproduzione riservata

 

 
 

 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy