Sono Andrea Luigi Mennitto, il nuovo direttore responsabile!

Sono Andrea Luigi Mennitto, il nuovo direttore responsabile!
0
0
0
s2sdefault

Il saluto del neo direttore Responsabile de IL GRANATA

Sono nato in una calda estate del 1990 a Napoli. Quell'anno la città parteneopea fu uno dei campi principali dei mondiali italiani, quelli di Notti magiche. In particolare, sono nato il 29 giugno, precisamente soltanto quattro giorni prima la semifinale dei Mondiali che guarda caso si disputò proprio a Napoli. Quando ho aperto gli occhi la prima volta ancora non erano note le squadre che si sarebbero sfidate in semifinale , ma molto probabilmente una delle prime cose che ho ascoltato in vita mia è stata proprio la telecronaca della semifinale Argentina - Italia. Forse è per quello che da sempre mi sono interessato al calcio e sono arrivato a farne la mia principale passione.


Sin da quando ero piccolo il calcio è stato sempre una musica di sottofondo all'interno della mia vita che scorreva. Ricordo che quando il calcio non era quello moderno, ma si ascoltava per radio (almeno io lo facevo spesso), mi mettevo collegato su radio Kiss Kiss Napoli, con le cuffie, carta e penna per segnare le azioni salienti e le statistiche della partita. Un gioco che poi in seguito mi ha permesso di accreditarmi a pieno nel mondo dei pallonari.

Tutto è iniziato per gioco in un'estate del 2009, quando ho iniziato a collaborare con il Corriere di Caserta, grazie all'amico fraterno Andrea Terracciano. Dai fogli di carta dello studio di mio padre, sono passato a scrivere per un giornale vero. Per il Corriere ho iniziato a girare un po' di campi. Terra battuta, erba sintetica, erba naturale, terra mista ad erba, aria mista a cielo e campi in riva al mare. Ma il teatro per lo spettacolo più grande per me era ed è sempre il Comunale. Gli anni della rinascita e la vittoria del campionato sono stati bellissimi, anche perchè mi hanno dato modo di conoscere gli amici Granata. Con loro abbiamo raccontato diverse stagioni, quasi minuto per minuto e questo mi ha permesso di familiarizzare con persone di pasta molto morbida.

Come già qualcuno avrà avuto modo di sapere, mi hanno nominato direttore responsabile della testata. Un risultato che mi riempie d'orgoglio perchè si tratta di una sfida che voglio giocare insieme a tutti voi. In particolare insieme al neo direttore editoriale della testata, l'amico Salvatore D'Anza, al quale faccio gli auguri di buon lavoro.

In questo momento però mi preme ringraziare chi mi ha prima invitato a fare parte del giornale e poi nominato direttore, il grande Enzo Bruno, il quale continuerà ad essere l'editore de Il Granata perchè lui è la vera anima del giornale.

Inoltre, vorrei ringraziare chi mi ha preceduto, ovvero Gioacchino di Capua. Un acerrano adottivo che però si è fatto in quattro per raccontare le gesta della compagine granata. Certo le sue origini sono un po' deprecabili (scherzo, ovviamente), ma in questi anni ha dimostrato di essere una grande persona, mai attaccata alla poltrona e sempre pronta a consigliare chi meno esperto di lui (come chi scrive) sul come comportarsi. Lui ha deciso di smettere, ma credo che riusciremo a convincerlo a darci una mano anche se sono sporadicamente.

Concludo questa mia presentazione con uno slogan, più precisamente lo slogan del giornale: "La passione non ha compromessi". Spero riusciremo a far capire a tutti di quanto il calcio e lo sport sia per noi una passione e di quanto non siamo disposti a compromessi per il successo, per l'informazione. Vi abbiamo offerto e continueremo ad offrire un prodotto editoriale libero da qualsiasi vincolo se non l'amore per il Granata e per quanto concerne lo sport nella nostra amata città. Colgo l'occasione per augurare buone vacanze a tutti i lettori, agli sportivi, agli appassionati! Buon ferragosto a tutti

® IL GRANATA 2015 -

 

 

 
 

 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy