Acerrana FC: comunicazione social, si va verso la fusione con il Club Eden

Acerrana FC: comunicazione social, si va verso la fusione con il Club Eden
0
0
0
s2sdefault

Messaggio social dei granata, a questo punto è certa la fusione con il Club Eden!

Lunghissimo messaggio apparso sulla pagina ufficiale della squadra, un addio che sa di fusione con il Club Eden.

"Ed eccoci qua, dopo sei anni siamo ancora qua: in molti volevano che questa estate fosse per noi quella dei titoli di coda; siamo spiacenti ma per il progetto Acerrana non è altro che finito il primo tempo, la prima parte di una cavalcata fatte di tantissime gioie e di successi, e per fortuna o per bravura fatta di pochissime delusioni. Sono stati sei anni fantastici, che ci hanno visto migliorare sempre più e che da questo momento vengono rafforzati poiché abbiamo conciliato idee, voglia e passione per il futsal con persone e “UOMINI” che condividono la nostra stessa mentalità di fare futsal e di intendere lo sport. Sono stati sei anni che ci hanno portato dal classico torneo di paese a disputare il massimo campionato regionale. Una squadra nata in un giardino di casa, precisamente in quello di casa Auriemma, con Francesco il primo capitano e fautore del progetto, insieme con Raffaele Rivetti, Vincenzo Rescigno e Vincenzo Tanzi, tutti insieme formando una magnifica realtà; sei anni lunghi e intensi con alla guida due presidenti, il top sotto il profilo umano e sotto il profilo dell’impegno, della dedizione e della serietà, Gaetano Del Prete e Domenico De Sena; sei anni in cui abbiamo riportato a giocare ad Acerra il miglior calcettista di sempre del territorio acerrano Luigi de Rosa, insieme a Vincenzo Passero e Giovanni Terracciano, apprezzati quasi sempre in terra “straniera” ma mai profeti in patria, e insieme valorizzando e assistendo alla crescita di giocatori che nessuno conosceva come Luigi Jason Rivista, Mirco Francesca Elia, Giovanni Piscopo, e di molti giovani interessanti come Schiavone, Buonanno, Antonio Tortorella, Vincenzo Manna, Simone Rega e Aldo Pranzile.
Sei anni nei quali ci siamo migliorati momento dopo momento: era il 2012, chiudemmo il primo anno al 2° posto alle spalle della Real Boys Maddaloni, perdendo la finale nel derby con il Club Paradiso; l’anno successivo fu quello buono, quando vincemmo il campionato di serie D con quattro turni di anticipo, quando alla magica cavalcata parteciparono Flavio Bigliardo, Rivetti e Antonio Squillante. Al primo anno di serie C2 ci classificammo al 4° posto alle spalle solo di Marian, Junior Domitia e Cales: non disputammo i playoff per l’assurda regola dei dieci punti, margine che si verificò tra i domiziani ed il Cales.
L’anno successivo sempre in C2, capitò il girone napoletano: fummo protagonisti di un girone di andata davvero pessimo, arrivando al giro di boa penultimi, con gli addetti ai lavori che ci davano per retrocessi. Uniti più che mai, quel campionato finimmo quarti (ci furono tolti 3 punti per il ritiro del Cardito, altrimenti finivamo sul podio); nei playoff in casa della Turris (che ci soffiò il terzo posto all’ultima di campionato ricevendo tre punti a tavolino per una partita mai disputata ad Ischia). Nell’ultimo anno di serie C2, in un poker di quattro derby disputati, ci classificammo 2° alle spalle dei Leoni, e ci qualificammo ai playoff come miglior seconda, disputando tutta la post season tra le mura casalinghe complice anche la disfatta del Sorrento. E dopo aver spazzato Atletico Cantera e dopo aver “vendicato” la semifinale playoff battendo la Turris Octava, in finale fu lo Sporting Limatola a soccombere sotto i fendenti di De Rosa e compagni, e fu serie C1.
Il campionato appena passato è stato l’esordio ufficiale nel massimo torneo regionale: tra l’approccio al nuovo sistema di gioco, tra le mille vicissitudini capitate, un gruppo di “Uomini” insieme ai dirigenti di sempre hanno portato la nave in porto, al sicuro, conquistando un dignitoso e prezioso settimo posto, sovvertendo classifiche e idee anche di quelli più scettici, eliminando tra l’altro nelle final-eight il quotatissimo Junior Domitia.
Ora il primo tempo è finito, ci aspetta l’evoluzione di un progetto che tanto a cuore abbiamo avuto, ci aspetta un futuro più solido fatto di programmazione, di imprenditori seri ed appassionati e soprattutto di persone che vogliono investire in un progetto sportivo per la città di Acerra: siamo orgogliosi e fieri di chi siamo stati finora…lo saremo ancor di più di quel che saremo. Ringraziamo di vero cuore tutti coloro che hanno indossato questa maglia ma soprattutto per tutti gli addetti ai lavori che hanno speso "tempo" per questi colori togliendolo a lavoro e famiglie. Grazie a tutti e Forza Acerrana Sempre!"

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE SPORTIVE DE IL GRANATA?
CLICCA IL BANNER QUI SOTTO E METTI MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK


® IL GRANATA 2017 - Riproduzione riservata

 

  

Classifica - C5 Serie C1

Team
Played Wins DRAW Lost Points
1 Sporting Limatola 9 8 1 0 25
2 LEONI ACERRA 9 6 1 2 19
3 Benevento C5 9 6 0 3 18
4 Spartak San Nicola 9 5 2 2 17
5 F.C. Oplontina 9 5 1 3 16
6 Trilem Casavatore 9 5 1 3 16
7 Pozzuoli Futsal Flegrea 9 5 1 3 16
8 EDEN ACERRANA 9 5 0 4 15
9 Sporting Cavese 9 3 1 5 10
10 Boca Futsal 9 3 1 5 10
11 Casagiove Futsal 9 2 1 6 7
12 Futsal Aversa 9 2 0 7 6
13 Mama S.Marzano 9 1 1 7 4
14 Lu.Pe. Pompei 9 1 1 7 4

Prossimo Turno

 

  
 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy