Verso Acerrana – Aquile Rosanero, patron Laudando: “Adesso basta! Devono tutelarci, arbitri incompetenti!”

Verso Acerrana – Aquile Rosanero, patron Laudando: “Adesso basta! Devono tutelarci, arbitri incompetenti!”
0
0
0
s2sdefault

Lo sfogo del massimo dirigente del sodalizio acerrano che pretende rispetto per gli abusi e le incompetenze dei direttori di gara  

ACERRA – Delusione e rabbia in casa granata, dopo il risultato nell’andata della semifinale di Coppa Campania di Promozione. All’impianto di Casalnuovo infatti, la Polisportiva Acerrana è stata sconfitta col passivo di 0-1 per mano dell’Ercolano 1924, in un match infrasettimanale avvolto dalle polemiche per contestate decisioni arbitrali. “Ormai tutto il campionato è stato caratterizzato dall’incompetenza degli arbitri, incapaci, giovani, buttati li allo sbaraglio, senza una formazione adeguata e senza il carattere per poter gestire al meglio le partite importanti. – le parole di un irritatissimo Antonio Laudando, presidente del sodalizio granata - La società ha fatto degli investimenti anche importanti per un campionato di vertice, è inaccettabile che deve svanire tutto per colpa di direttori dei gara. Col Maddaloni abbiamo preso gol nonostante un fuorigioco di sei metri oltre una gestione della gara in maniera molto approssimativa. Ieri in occasione della partita di Coppa Campania di Promozione è stata la terza partita di fila che siamo stati penalizzati; il gol degli ospiti è arrivato da un calcio di punizione assegnato per un fallo inesistente; siamo stati costretti poi a giocare in dieci per un’espulsione per proteste, dopo che il nostro calciatore aveva subito uno schiaffo, visibile dalle riprese della partita, con l’avversario addirittura nemmeno ammonito. Abbiamo subito anche l’espulsione di mister Di Buono, reo di aver recuperato un pallone arrivato dalle sue parti al fine di affrettare i tempi di battuta del fallo laterale, una comunissima dinamica molto frequente anche in serie A e le ammonizioni dell'allenatore in seconda Buonincontro oltre altri cinque calciatori Granata in campo, mentre l’allenatore ospite in altra occasione aveva abbandonato l’area tecnica spingendosi fino al centro del rettangolo di gioco senza essere nemmeno redarguito. Le società vanno tutelate e messe nelle condizioni di poter disputare il campionato nel migliore dei modi, in uno sport dove la massima autorità deve essere il campo attraverso la correttezza del fair-play e non un direttore di gara che a proprio piacimento influenza le sorti di un match, facendo innervosire sia chi gioca che chi sta sugli spalti; a proposito di questo, per i tanti tifosi presenti sugli spalti, ieri è stata davvero dura mantenere la calma, ci siamo impegnati duramente affinchè il servizio d’ordine rimanesse efficace e che non accadesse nulla considerati gli animi molto riscaldati. Ringrazio i tifosi che nonostante tutto hanno rispettato la società e gli investimenti fatti, coscienti dei sacrifici che finora abbiamo sostenuto. Spero che la nostra denuncia arrivi a chi di dovere, al fine di garantire il corretto svolgimento di questo finale di stagione. Noi ci saremo e non molleremo!”

 

© IL GRANATA ACERRA 2020 – RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Classifica - 1a Categoria - Girone A

Team
Played Wins DRAW Lost Points
1 Bacoli 30 21 7 2 70
2 Casoria 1979 30 20 7 3 67
3 ACERRANA 30 18 6 6 60
4 Ponticelli 30 16 8 6 56
5 Albanova Calcio 30 14 12 4 54
6 Real Qualiano 30 12 8 10 44
7 Real Albanova 30 11 9 10 42
8 Plajanum Uniti 30 10 9 11 39
9 Cirgomme S.C. 30 11 6 13 39
10 Compr.Casalnuovese 30 10 7 13 37
11 Arzano City 30 8 9 13 33
12 Cardito Calcio 30 8 6 16 30
13 Virtus Liburia 30 7 6 17 27
14 Real Piedimonte 30 7 5 18 26
15 Cellole (-1) 30 5 6 19 20
16 Real Grumese 30 1 11 18 14

 
 

 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy