Acerrana: ci sarà un futuro?

Acerrana: ci sarà un futuro?
0
0
0
s2sdefault

La società ha presentato domanda di ripescaggio in promozione ma senza il sostegno delle forze economiche cittadine il progetto rischia di arenarsi!

 

Sono passati quarantotto giorni dal triplice fischio dell’arbitro Gallo che sancì la fine del sogno dell’Acerrana di approdare in Promozione.
In questo mese e mezzo è accaduto tutto per non accadere niente, parafrasando una celebre pellicola.
Partiamo da un dato di fatto che in tempi così difficili non è così scontato: la società granata ha saldato la somma necessaria per presentare la domanda di ripescaggio per il campionato di Promozione, entrando così in graduatoria come si evince, anche, dal comunicato federale, pubblicato nella tarda serata di ieri e riportato in foto (ricordiamo che la matricola con la quale l'Acerrana partecipa ai campionati è quella della Cral Fincantieri Stabia e pertanto nei comunicati ufficiali comparirà tale denominazione).
Entro il termine della prossima settimana verranno stilate le graduatorie ufficiali; graduatoria nella quale, salvo dietrofront dell'ultim'ora, dovrebbe comparire anche la matricola del sodalizio acerrano.
Dovrebbe, sì, perché in quel condizionale c’è tutto questo mese e mezzo post spareggio col Casoria.

Il nostro amato Toro, chiariamolo subito, rischia un’altra estate tribolata e la più clamorosa delle beffe: essere ripescato in Promozione (ci sarebbero tre richieste in più rispetto ai posti attualmente disponibili), ma essere cancellato ancora una volta dalla geografia del calcio regionale.
Le difficoltà nel portare avanti un progetto ambizioso come quello dell’Acerrana erano stato già palesate dall’attuale società in un manifesto affisso per le strade di una città imbandierata e distratta per l’imminente sfida Italia-Germania.
La rassicurazione più importante, quella che riguarda lo stadio, è arrivata: il “Comunale” non sarà, infatti, demolito prima del restyling che dovrà trasformare l’Arcoleo nel primo impianto cittadino. Tempi e modalità di fruizione del campo di via Manzoni, però, sono tutte da concordare.
L’altro aspetto fondamentale era quello dell’aiuto alla giovane dirigenza granata: il pubblico chiede a gran voce platee degne del blasone dell’Acerrana, ma servono nuovi innesti economici. E su questo punto che si gioca la partita. Troppi distinguo (dalla categoria alla composizione societaria) e poca volontà (soprattutto da parte delle forze economiche ed imprenditoriali locali) di portare avanti un progetto in grado di riportare il Toro nei palcoscenici consoni ai 90 anni della squadra cittadina. Una storia già vista, purtroppo, e che rischia di concludersi con un finale già visto.
Mancano pochi giorni per provare a riscrivere questa storia ed evitare che Acerra torni ad essere, per la terza volta in 11 anni, la “città senza pallone”.
Il traguardo dei 90 anni suonerebbe come una beffa per chi ama questi colori.

 

® IL GRANATA 2016 - Riproduzione riservata

 

 

  

Classifica - 1a Categoria - Girone A

Team
Played Wins DRAW Lost Points
1 Bacoli 30 21 7 2 70
2 Casoria 1979 30 20 7 3 67
3 ACERRANA 30 18 6 6 60
4 Ponticelli 30 16 8 6 56
5 Albanova Calcio 30 14 12 4 54
6 Real Qualiano 30 12 8 10 44
7 Real Albanova 30 11 9 10 42
8 Plajanum Uniti 30 10 9 11 39
9 Cirgomme S.C. 30 11 6 13 39
10 Compr.Casalnuovese 30 10 7 13 37
11 Arzano City 30 8 9 13 33
12 Cardito Calcio 30 8 6 16 30
13 Virtus Liburia 30 7 6 17 27
14 Real Piedimonte 30 7 5 18 26
15 Cellole (-1) 30 5 6 19 20
16 Real Grumese 30 1 11 18 14

 

  
 

  

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy