Tempo di bilanci in casa Real Acerra, il tecnico Esposito crede nel gruppo: "C'è armonia tra vecchi e nuovi"

Tempo di bilanci in casa Real Acerra, il tecnico Esposito crede nel gruppo: "C'è armonia tra vecchi e nuovi"
0
0
0
s2sdefault

In vista del girone di ritorno si punta ad un cambio di marcia dopo gli alti e bassi della prima parte di stagione

Con il nuovo anno, è tempo di bilanci in casa Real Acerra. L'unica formazione acerrana a partecipare a un campionato di calcio ha fin qui deluso le aspettative, trovandosi imbrigliata in settima posizione con 8 punti al termine del girone di andata. Dopo l'esordio tra le mura amiche del "Friend's club" di Acerra con un pareggio contro l'Ecotrading, una delle squadre più accreditate per la vittoria finale, il Toro dorato ha proseguito il suo cammino tra alti e bassi, soffrendo la mancanza del jolly d'attacco Francesco Elmo, ma trovando soprattutto in bomber Di Gennaro e nella saracinesca Busto i suoi punti di forza. Non tutto, però, è perduto. L'obiettivo fissato ad inizio stagione resta alla portata, seppur difficile da raggiungere. Ne è consapevole il tecnico Esposito che sottolinea come bisognerà evitare ulteriori passi falsi per risalire la china e conquistare il desiderato quarto posto in graduatoria che permette l'accesso alla post-season più importante. "Ci aspettavamo un migliore piazzamento, ma possiamo ancora raggiungere il traguardo prefissato. Non sarà facile, ma abbiamo costruito un gruppo che mi lascia ben sperare per il futuro". Un gruppo che nasce sulle ceneri della Real Medison e che ha visto l'inclusione di ben dodici nuovi elementi: "Era il nostro primissimo proposito quello di riuscire a creare armonia tra i vecchi e i nuovi calciatori - prosegue Esposito - per l'assemblamento di uno spogliatoio competitivo, ma nello stesso tempo molto coeso. Possiamo essere sicuri che questo obiettivo è stato ampiamente centrato. Lo conferma la partecipazione e l'attaccamento alla maglia che i ragazzi dimostrano in ogni occasione, al di là del risultato sportivo". Bilanci, ma non solo. La dirigenza acerrana, infatti, guarda oltre ed è già all'opera per ritoccare la rosa nel tentativo di fare quel salto di qualità indispensabile per continuare a sognare in grande.

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy