Fieri di Lorenzo

Fieri di Lorenzo
0
0
0
s2sdefault

Non è da questi particolari che si giudica un calciatore...

Sono fiero ed orgoglioso di un Capitano nato e soprattutto cresciuto coi colori azzurri tatuati sulla pelle, di un Capitano che versa lacrime per la sua squadra e per la sua Città e che lascia sempre l’anima sul terreno di gioco, sia quando gli riescono i colpi del suo straordinario repertorio sia quando mette un rigore decisivo fuori o sbaglia un gol.
Sono fiero ed orgoglioso del calciatore, del condottiero e dell’uomo che è diventato Lorenzo Insigne.
Se è vero (ed è vero), come canta l’indimenticabile De Gregori, che un calciatore non si giudica per un calcio di rigore ma per il coraggio, l’altruismo e la fantasia, a Lorenzo allora c’è ben poco da dire.
Ha ragione il Napoli: non è il momento di analisi tattiche a casaccio e non è il caso di improvvisarci allenatori. Non stasera.
L’ambiente,, ora come non mai, deve limitarsi a serrare i ranghi attorno ad uno dei calciatori più rappresentativi e talentuosi della nostra storia recente, Capitano di una squadra alle porte di una seconda parte di stagione che nonostante questa brutta serata può e deve ancora essere foriera di soddisfazioni e fulcro di una Nazionale che può e deve giocarsi gli Europei a viso aperto.
Forza Lorenzo. Verranno presto giorni migliori.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE SPORTIVE DE IL GRANATA?
CLICCA IL BANNER QUI SOTTO E METTI MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK


® IL GRANATA 2021 - Riproduzione riservata

 
 

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy