Brutto Club Paradiso: è solo pari con il Real Boys Maddaloni

Brutto Club Paradiso: è solo pari con il Real Boys Maddaloni
0
0
0
s2sdefault

La cronaca del pareggio casalingo rossoblù...

Un brutto pari casalingo va a chiudere il girone di andata del Club Paradiso: 2 a 2 contro un compatto e difensivamente ben organizzato Real Boys Maddaloni.
In una classica giornata storta in cui vi è ben poco da salvare e nella quale tutto sarebbe stato possibile anche un inatteso K.O., i rossoblù rimontano due volte gli avversari e portano a casa un punto che vale, comunque, la seconda posizione in classifica.
E pensare che la gara era iniziata nel migliore dei modi: nei primi dieci minuti due volte Frezza e una Marrone cestinano la palla del meritato vantaggio. Da lì in avanti la pressione acerrana va a scemare e vengono fuori gli ospiti che si rendono pericolosi al 13’ con Della Peruta che in contropiede costringe De Angelis a superarsi e mettere in angolo. Dal calcio d’angolo seguente passano in vantaggio gli ospiti, con lo stesso Della Peruta che calcia dalla distanza battendo De Angelis che nulla poteva in quanto coperto… 0-1!
Dopo un paio di minuti di assestamento gli acerrani provano a reagire con un’azione personale di Frezza che però gonfia la rete dal lato sbagliato. Qui, di fatti, svanisce il breve tour de force acerrano: da qui all'intervallo vi sarà solo un lento, macchinoso e sterile possesso palla; possesso palla che non porterà frutti. Anzi in contropiede, prima Pascale e poi Petroniero, metteranno ancora a dura prova i riflessi di De Angelis.
Al 27’ compie la prima parata di giornata anche l’estremo difensore ospite, Francesco Cioffi: Picardi ruba palla e s’invola in solitaria verso l’aria avversaria, arriva nei pressi del dischetto del tiro libero e lascia partire la conclusione che però sarà lenta e centrale e Cioffi para senza troppi patemi.
Si va così all’intervallo con il parziale di 0-1.
Inizia la ripresa e cambia il copione: il Club Paradiso appare trasformato ed attacca a spron battuto: al 3’ è Marrone dalla distanza a rendersi pericoloso, due minuti più tardi è ancora Marrone a lanciare in profondità Picardi che controlla, entra in area ma vede il suo tentativo dissolversi nel nulla per il tempestivo intervento in ripiego di Marcello.
Al 9’ l’occasione più ghiotta della gara acerrana: Marrone lancia Frezza in profondità che evita l’uscita di Cioffi e calcia a botta sicura, sulla linea, però, si materializza Petroniero che in scivolata respinge e mette in corner.
Dagli sviluppi dello stesso calcio angelo si genera l’azione che porta al gol del pari: da D’Antò a Marrone che calcia di prima intenzione, trovando però la coscia di Vinciguerra che devia la sfera sul volto di Frezza. La palla assume una traiettoria inattesa sulla quale nulla può Cioffi ed è 1 a 1.
La rete aumenta il tour de force dei padroni di casa che ottanta secondi dopo sfiorano il raddoppio: triangolazione veloce Frezza – Marrone – Frezza con quest’ultimo che riceve palla in area e liberissimo calcia a botta sicura. Sicurezza che si infrange però contro il palo esterno.
Nel momento migliore rossoblù arriva, a sorpresa, il vantaggio ospite: Cioffi rinvia e pesca Pascale, lasciato colpevolmente solo da Rosario D’Antò, che controlla in caduta, si gira e realizza un gol bellissimo che vale il nuovo vantaggio ospite; 1 a 2 al 13’!
La reazione acerrana questa volta non tarda ad arrivare; passano due minuti ed il solito Raffaele Frezza con una caparbia azione personale a pareggiare il conto con un preciso diagonale destro; perfetta esecuzione e 2 a 2. Trovato il pareggio la gara vive una lunga fase di stallo con i due portieri poco più che spettatori; l’unica azione degna di nota è al 27’ quando dalla distanza Marrone lascia partire un preciso destro a giro destinato nel sette alla sinistra di Cioffi, ma l’estremo difensore ospite vola e con un gran colpo di reni mette in corner.
Un minuto più tardi un episodio che merita di essere raccontato: Petroniero entra duro su Terracciano, ma per l’arbitro non è fallo bensì simulazione e conseguente tiro libero ospite. Ma il ventiduenne esterno maddalonese ammette di aver commesso il fallo invitando il direttore di gara a cambiare decisione: un gesto di assoluto fair play che merita di essere raccontato più e più volte e fa onore all’uomo ancor prima che al calciatore Cristian Petroniero
Torniamo, però, alla cronaca di gara e passiamo a raccontare l’altro episodio che poteva cambiare l’esito finale del match: trentunesimo minuto, Antonio Terracciano entra in ritardo su Vincinguerra e conseguente tiro libero ospite; fallo inutile, quanto ingenuo, in quanto commesso al limite dell’area di rigore ospite. Sul dischetto si presenta Della Peruta che però non inquadra lo specchio della porta cestinando, al fotofinish, il match point.
Risultato che rischia di spegnere i sogni rossoblù e che sicuramente farà riflettere in vista del tour de force, delle prossime tre settimane, che vedrà la Cianniello band impegnata contro Boca, Leoni e Folgore San Vincenzo. .

 

® IL GRANATA 2016 - Riproduzione riservata

Prossimo Turno

Classifica - C5 Serie D - Girone C

Team
Played Wins DRAW Lost Points
1 Tigre Casalnuovo 1 1 0 0 3
2 Saverio S.Vignati 1 1 0 0 3
3 Real Ischia C5 1 1 0 0 3
4 Meridiana Sp.Svago 1 1 0 0 3
5 Marigliano Sp.Club 1 0 1 0 1
6 Polivalente Via Piano 1 0 1 0 1

 
 

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Cookie Policy